sitoBeABear_live2

“Push-e-bah” è il primo disco nella storia della discografia italiana (e forse in assoluto) realizzato interamente con un iPhone 6!

Push-e-Bah” è la chiave per entrare nella tana di Be a Bear nome dietro il quale si celaFilippo Zironi, orso bolognese nato e cresciuto per 15 anni nello ska-punk firmato Le Braghe Corte, con un progetto tutto suo, strano, dalla semplicità assoluta e proprio per questo piuttosto geniale. “Push-e-Bah” è il primo disco nella storia della discografia italiana (e forse in assoluto) realizzato interamente con un iPhone 6, il progetto è nato per caso, durante i momenti di rilasso dell’artista, non pensato assolutamente con l’intento di fare un disco, figuriamoci per portarlo live, ma i feedback stra-positivi ricevuti fin’ora hanno indotto l’orso ed il suo management di inventarsi qualcosa per poter proporre “Push-e-Bah”nei club e festival.
INFO LIVE “Be a Bear ” –
Si fa presente e si precisa che non si tratta di un live vero e proprio, ma di un viaggio sensoriale nel mondo di Be a Bear, un’istallazione audio/video, una sorta di “concerto visivo”.
Su un pannello 3×2 metri, dove si intravede una sagoma di un grande orso bianco, verranno proiettati i video creati e montati (ovviamente col suo iPhone) appositamente dal musicista per rendere più “vive” le sue canzoni. Nell’ultima parte l’artista sbucherà tra la gente, ovviamente con indosso la maschera da orso, per poi salire sul palco accompagnato dalla sua “winebox“, chitarrina a tre corde fatto a mano da lui stesso, per concludere l’esibizione e salutare i presenti, ma non è escluso che anticiperà il suo ingresso già dopo i primi brani. Durata show 50 minuti, sul palco oltre allo schermo/orso, un amplificatore ed un microfono; lo spettacolo necessita l’uso del proiettore (di sua proprietà, come il pannello), si richiede quindi una location buia o comunque in assenza di luce, oltre all’impianto audio idoneo alla location, clicca qui per vedere alcune foto dell’esibizione al So-Noize de L’Aquila.
Be A Bear è un progetto nuovo, originale e sperimentale, che ha lo scopo di dimostrare che con poco si può fare molto, ispirandosi semplicemente alla vita quotidiana

BeABear_live

Be a Bear ha piazzato sui social un brano al mese da un annetto e mezzo a questa parte. Pillole di musica nate nella quotidianità, ispirate al sentire delle cose semplici, che riguardano la vita di una persona, ma che inglobano allo stesso tempo l’intero pianeta terra, i popoli del nord e del sud del mondo, le cascate, i mari, la pioggia, i tamburi degli indiani d’America e i suoni del Medioriente.
Una base elettronica che si miscela con la vecchia scuola del rock e i suoni della natura, in cui la voce non è melodia ma immagine, video e montaggio emozionale dal messaggio chiaro e positivo.
Finalmente, grazie a questa selezione di 10 brani, fuori dal 3 Maggio 2016 in free download per La Sete Dischi, possiamo individuare il sentiero da cui l’orso è partito, un’evoluzione tangibilissima proprio perché sviluppata in itinere, creata nel momento stesso in cui ogni brano è uscito. Be a Bear ci consegna una mappa musicale del tutto nuova, divertente e ironica con l’aggiunta di tre inediti in cui, per la prima volta, compare la voce che segna la nuova direzione presa. Cosa ci vuole dire l’orso? Che la musica si può creare con mezzi semplicissimi, magari pensando che tutto sommato è strettamente legata a quello che fai tutti i giorni e che alla fine non è un modo per sfuggire da tutto e tutti, ma per avvicinarsi al nucleo del sentire comune.

Ascolta e scarica il disco

LINK ARTISTA
www.facebook.com/BeABearMusic
www.youtube.com/channel/UCGC_hmwkJskqDZDFQ7bdVtw

CONTATTI

Etichetta La Sete Dischi – www.lafamedischi.com/la-sete-dischi
Ufficio Stampa LFD Press – www.lafamedischi.com/ufficio-stampa – press@lafamedischi.com
Booking – www.ilpiccio.net – booking@ilpiccio.net – 3927248964

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *