alex

Blues e pop d’autore per una voce libera, romantica e determinata, Alex Ricci nell’Aprile 2013
esordisce con “Gonna Rossa”, edito dalla pugliese Auand Records e distribuito da Goodfellas.
Un album che parla di sé, riflettendo sulle tematiche più antiche e ricorrenti della vita di ogni
ascoltatore: amore, mare, sogni, e in “Faut Chanter”, scritta a quattro mani con gli Après la
Classe, non manca un’appassionata parentesi politica.

 

Composto da dodici brani, dieci originali più “Chi di noi due” già pubblicato in “Mammalitaliani”
e la traduzione “Folle” della cover The Joker, Gonna Rossa si apre con tre parole semplici ma
efficaci, una sorta di dichiarazione artistico-personale dell’autore: “sono pronto adesso”.
L’intero album è caratterizzato da un sound omogeneo e da una scelta stilistica ben precisa,
che vede chitarra e voce in primo piano. In effetti, è come se Alex suonasse due volte,
alternandosi con maestria tra canto e strumento.
Oltre ai 26 musicisti che figurano nel disco, quasi tutti abruzzesi come a voler sottolineare la
ricchezza musicale della sua terra d’appartenenza, Alex Ricci ha coinvolto due special
guest salentine: la band degli Après La Classe e il sassofonista Raffaele Casarano. Un dettaglio
non di poco conto, che anzi restituisce tutto il respiro di “Gonna Rossa”, album che si
muove con leggerezza su più registri linguistici, dal jazz, al rock, al reggae.
A giugno è uscito primo videoclip promozionale “Solo un fiore”.

Info artistawww.alexricci.it – facebook.com/AlexRicciFanPage

Booking: Alessandro Piccioni – info@ilpiccio.net +393927248964

 

 

BIOGRAFIA

Bluesman da sempre, figlio d’arte, Alex Ricci è un musicista/cantautore sincero ed appassionato. Tra
le soddisfazioni professionali più importanti, sicuramente il concerto del 1 maggio 2008 che lo vede
esibirsi davanti a 500.000 persone come chitarrista degli Après La Classe, band salentina che ha
scalato le classifiche grazie a “Mammalitaliani”. Questa collaborazione professionale lo porterà
anche in America, a New York, Los Angeles e Miami, nello stesso Festival dove si alterneranno Negrita,
Subsonica, Casino Royale, Caparezza. Lo stesso anno Alex riceve il premio “Lorenzo Vecchiato”
come migliore artista blues emergente.
Alex Ricci (alias di Alessio Maria Melchiorre Ricci) è un artista che vede il mondo tra i raggi di una bici
a scatto fisso, sua seconda passione, e le corde di una chitarra Gibson ES 350. Nato a Roma nel ‘78
ma da subito atriano di stanza, inizia con gli insegnamenti del padre per poi frequentare il Conservatorio
di Pescara. Per 6 anni suona nella band abruzzese The Body and Soul. Parallelamente si esibisce
con il suo trio, The Big Fat Balls, nei più importanti bluesclub d’Italia. Nel 2004 suona al Blue Inn
Cafè di Bologna vincendo la finale per accedere al Pistoia Blues Festival. Un paio di anni dopo collabora
con il bassista americano Dywane Thomas e subito dopo si trasferisce a Londra, dove maturerà
esperienze di primaria importanza, spesso al fianco del sassofonista Phil Hughes e del chitarrista Otis
Grant, lo stilista blues del Regno Unito.

One thought on “ALEX RICCI (Après la Classe)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *